Se il burro di arachidi mi sembrava sublime, non vi dico cosa è per me il burro di mandorle! Una youtuber che seguo, tempo fa su un suo video osannava il burro di mandorle di una nota ditta e mi incuriosì parecchio. Trovando il burro in rete ho visto che costava parecchio, allora mi sono detta: sai che c’è? Ora provo a farlo e udite udite in pochi giorni l’ho dovuto fare più volte, anche mia figlia lo adora quindi mai più senza.

PREPARAZIONE

10′

COTTURA

5′

Ingredienti

  • 250 g mandorle

PREPARAZIONE

Tostate le mandorle in un pentolino o nel fornetto, dovranno abbrustolirsi leggermente. Una volta raffreddate, inseritele in un buon tritatutto e tritate alternando con dei momenti di pausa per non surriscaldare l’apparecchio. Quando le mandorle incominceranno a rilasciare il proprio olio il nostro burro di mandorle è quasi pronto. Tritate fino ad ottenere una crema abbastanza liscia. Versate il vostro burro in un barattolo di vetro.

Burro di mandorle home made / Easy Kitchen

Tabella nutrizionale per 100 g: 603 kcal, grassi 52,3 g di cui grassi insaturi 4,9 g, carboidrati 4.6 di cui zuccheri 3,7 g, fibre 12,7 g, proteine 22 g.

Consigli e Suggerimenti

Ecco dei consigli di consumazione e abbinamenti: al posto del burro sul pane sia da solo che con una confettura o una crema al cioccolato, nel frullato con frutta di stagione ne basta un cucchiaino, sempre un cucchiaino mixato nel cappuccino o nella cioccolata calda o nel caffè.

Abbinatelo con qualsiasi frutta, ma sulle mele e sulle pere è eccezionale, perfetto anche con il porridge Come vedete gli usi più comuni sono infiniti, ma potete anche inserirlo nelle vostre ricette per dolci.

Conservate il burro di mandorle in dispensa lontano da fonti di calore chiuso in un barattolo di vetro con tappo a vite o ermetico. Il grasso contenuto funge da conservante ma non dura in eterno vi consiglio non più di due mesi, in estate conservatelo in frigo.

Seguimi anche su:


Facebook


Instagram


Youtube